SiteLock

Tutta mia la città! Dai tetti della Galleria, il racconto fotografico di Milano, Highline Galleria Vittorio Emanuele, Milano, dal 26/11/2018

Il Gruppo MilanoCard presenta, da venerdì 26 ottobre a domenica 24 febbraio 2019, Tutta mia la città! Dai tetti della Galleria, il racconto fotografico di Milano, un percorso per immagini in collaborazione con il Circolo Fotografico Milanese,associazione che opera ininterrottamente a Milano dal 1930, il Civico Archivio Fotografico e il fotografo Andrea Cherchi, allestito in uno dei luoghi più suggestivi della città, l’Highline della Galleria Vittorio Emanuele.
In una metropoli in continua evoluzione sociale e urbana, Tutta mia la città! è il racconto per immagini della Milano di ieri e di oggi attraverso oltre cento scatti in bianco e nero. L’itinerario ripercorre 150 anni di storia, prendendo avvio da un’immagine della Galleria del 1867, quando il capolavoro architettonico era ancora in fase di costruzione, prima di diventare uno dei simboli del capoluogo lombardo e “salotto” dei milanesi, per arrivare infine a fotografie più recenti.
Il percorso spazia attraverso le diverse metamorfosi compiute da Milano in più di un secolo di storia, passando dai luoghi più iconici, come il Duomo, il Castello Sforzesco e i Navigli, ai nuovi visionari grattacieli che hanno rivoluzionato lo skyline della città. Un viaggio che mette a confronto le medesime aree cittadine come erano un tempo e come sono oggi.
Il racconto è scandito in tre blocchi tematici, “evoluzione sociale”, “evoluzione urbana”, “evoluzione architettonica”, intrecciando i cambiamenti della città, delle sue geometrie e dei suoi nascondigli, senza dimenticare le persone che la attraversano ogni giorno, testimoni e al tempo stesso protagonisti dei mutamenti del costume e delle abitudini della città.
Il percorso è studiato per realizzare un’interazione con il pubblico che, invitato a mettersi “in gioco”, potrà vivere l’esperienza di visita in modo attivo.
Il visitatore avrà l’opportunità di partecipare concretamente alla narrazione del percorso fotografico tramite uno speciale invito dedicato a tutti coloro che si cimentano con l’arte della fotografia. Chiunque potrà vedere esposto il proprio ritratto di Milano, pubblicato su Instagram e riconoscibile attraverso l’utilizzo dell’hashtag #tuttamialacittà: gli scatti che avranno ottenuto il maggior numero di like saranno inseriti all’interno del percorso, a partire da venerdì 7 dicembre.
Per rendere l’esperienza sulla Highline della Galleria ancora più pervasiva il racconto fotografico sarà arricchito dalla performance Serata Futurista”, messa in scena dal Maestro Massimiliano Finazzer Flory che, attraverso le parole di Filippo Tommaso Marinetti e Giovanni Papini, renderà omaggio al pittore futurista Umberto Boccioni autore della celebre operaRissa in Galleria.

Umberto Boccioni del 1910. Milano, Pinacoteca di Brera, collezione Emilio e Maria Jesi

La performance sarà proposta sui tetti della Galleria Vittorio Emanuele una volta al mese in date che saranno comunicate successivamente.

Infine per le famiglie e i più piccoli, domenica 28 ottobre, a partire dal primo pomeriggio una compagnia di attori che vestirà una selezione di costumi d’epoca dal 1800 a oggi accoglierà i visitatori sulla Highline. Un appuntamento speciale per rendere la narrazione della storia di Milano ancora più immersiva.
Il Gruppo MilanoCard, dopo aver aperto al pubblico lo scrigno contenente i luoghi più misteriosi e affascinanti del capoluogo lombardo, decide di valorizzare la storia della città attraverso un racconto fatto di cortocircuiti temporali e tematici, offrendo ai visitatori una finestra sulla Milano di ieri e di oggi. 


MilanoCard
Il Gruppo MilanoCard ormai da tre anni è impegnato nell’apertura e gestione di monumenti chiusi o poco noti di Milano. A partire dal 2015 con la Highline Galleria, il percorso sui tetti della Galleria Vittorio Emanuele, nel 2016 ha riaperto la Cripta di San Sepolcro, la più antica chiesa sotterranea della città e il Foro romano, l’antica piazza principale di Milano dove si svolgevano le maggiori attività civili e religiose, per arrivare nel 2018 a rendere visitabili altri due grandi monumenti della nostra città, Ar.Se – il Percorso dei Segreti, che apre al pubblico l’Archivio storico e il Sepolcreto della Ca’ Granda e il Campanile dei Sospiri presso San Celso, il più antico Campanile ancora in funzione di Milano con oltre 1.000 anni di storia.
Una volta spalancate le porte di questi monumenti nel cuore della città, il Gruppo MilanoCard ha creato un network per unirli, il Quadrilatero della Bellezza, con l’obiettivo di renderli facilmente accessibili e fruibili al pubblico in un emozionante Percorso alla scoperta della storia di Milano attraverso la bellezza. La creazione del Quadrilatero della Bellezza conferma la massima attenzione del Gruppo MilanoCard nei confronti dei cittadini, che sempre più vogliono lasciarsi stupire dalla bellezza della propria città e sentirsi partecipi del recupero del patrimonio storico e artistico. Per questo è stato attivato un grande processo di sensibilizzazione, atto a far scaturire in ognuno un senso di responsabilità verso il patrimonio artistico e culturale della propria città, introducendo un biglietto di ingresso ai monumenti del Quadrilatero con il quale i visitatori contribuiscono alla cura e conservazione di questi gioielli della città.
Il forte coinvolgimento dei cittadini nelle attività del Gruppo è risultato anche di una serie di scelte innovative che MilanoCard ha intrapreso in questi anni, a partire dall’innovazione umana, che sostituisce alle classiche audioguide giovane staff formato e preparato in accompagnamento alla visita di questi luoghi, per valorizzare il rapporto diretto con i visitatori, fino all’innovazione degli orari, che all’apertura diurna predilige quella serale. Tutti i monumenti del Gruppo sono aperti infatti fino a tarda sera, proprio per venire incontro alle esigenze dei lavoratori, che hanno sempre meno tempo libero nei giorni lavorativi.
Crediamo che le città possano crescere e svilupparsi principalmente grazie alla valorizzazione della loro storia – attraverso il patrimonio storico-artistico- e grazie alla partecipazione dei cittadini che devono sentirsi parte attiva di quanto il nostro Gruppo sta facendo, insieme a centinaia di migliaia di persone.” dichiara Edoardo Filippo Scarpellini, Amministratore Delegato del Gruppo MilanoCard.
Oltre alla gestione del Quadrilatero della Bellezza, il Gruppo MilanoCard ha ideato nel 2009 e promuove la prima tourist card della città di Milano, che permette ai turisti di vivere un’esperienza esclusiva in città beneficiando di libero accesso ai mezzi pubblici (nell’area urbana di Milano per 24h, 48h o 72h), tariffe ridotte o gratuite per musei, monumenti, teatri, negozi, ristoranti, eventi e molto altro.
Tramite queste due attività, ogni anno il Gruppo MilanoCard, società selezionata dal Financial Times tra le 1000 aziende europee a più forte crescita tra il 2012 e il 2015, raggiunge oltre 250.000 persone che vivono e visitano la città.

Ernesto Fantozzi, Tram 38, 1964


Circolo Fotografico Milanese
Il Circolo Fotografico Milanese opera ininterrottamente a Milano dal 1930, come derivazione del Circolo Fotografico Lombardo costituitosi a sua volta a Milano nel 1889. L’attuale sede si trova presso il CRAL del Comune di Milano, in via Bezzecca n. 24. I soci si riuniscono ogni lunedì sera alle ore 21.00.
Tra i fondatori annoverava fotografi del calibro di Giò Ponti, Dino Villani, Albe Steiner, Luigi Veronesi, Giuseppe Pagano, Bruno Stefani, Emilio Sommariva.
Dopo la pausa forzata della guerra, il CFM ripartì producendo subito una vivacissima attività espositiva, con nuovi più giovani Maestri come Pietro Donzelli, Gualtiero Castagnola, Mario De Biasi, a fianco di personalità già affermate negli Anni Trenta come Giuseppe Cavalli o Federico Vender. A questi si aggiunsero, via via dagli Anni Sessanta, altri nomi emergenti tra cui: Davide Clari, Pepi Merisio, Cesare Colombo, Toni Nicolini, Carla Cerati, Enrico Cattaneo.
Nell’ambito dello stesso CFM, a metà degli anni ‘60 si convogliarono gruppi autonomi quali: il “Gruppo 66” diretto da Ernesto Fantozzi, che propose una seria opera di archivia­zione della città e il “Gruppo Pirelli”, con il prestigioso apporto di Sergio Magni, Umberto De Carli ed Emilio Secondi. Oltre a questi si fanno luce - tra gli altri - nuovi autori come Mario Cattaneo, Valentino Bassanini, Mario Finocchiaro. Per una lunga serie di anni, aggiornare e istruire i Soci sulla cultura fotografica mondiale fu compito del critico Gualtiero Castagnola.
In tutti questi anni la missione del Circolo Fotografico Milanese è rimasta invariata: diffondere la cultura fotografica attraverso incontri, mostre, corsi, dibattiti e documentare fotograficamente i cambiamenti urbani e sociali della città di Milano.
Questa mostra raccoglie una selezione delle fotografie scattate dai soci storici e attuali del Circolo e rappresenta uno spaccato della società, dell’architettura e degli spazi urbani con i relativi cambiamenti avvenuti nel corso degli anni.


Andrea Cherchi, nato a Como, classe 1969 è giornalista pubblicista e fotografo. Dopo avere conseguito il diploma alla Scuola Interpreti di via Silvio Pellico a Milano e dopo essersi laureato in lingue inizia a collaborare per alcune testate giornalistiche che lo porteranno a vedere pubblicate le sue fotografie in ambito locale e nazionale. É autore di alcuni libri fotografici e, presto, uscirà una sua pubblicazione interamente dedicata a Milano. É appassionato della storia di Milano e cura una pagina facebook molto seguita dal titolo “Semplicemente Milano” dove raccoglie aneddoti e immagini di Milano, esaltando soprattutto la convivenza di storia e innovazione che rende la città unica nel suo genere. É sposato con Erica, insegnante di matematica e fisica e ha una figlia, Vittoria di 15 anni.  


Tutta mia la città! Dai tetti della Galleria, il racconto fotografico di Milano
Orari: mar-ven 11.30 - 14.30 / 17.00 – 20.00; sab-dom 11.30 - 21.00.
Biglietto: € 12 ingresso; bambini gratis
Informazioni: T.02.45397656 - galleria@milanocard.it -  www.highlinegalleria.com
Contatti per la stampa: PCM Studio di Paola C. Manfredi - www.paolamanfredi.com press@paolamanfredi.com - T. +39 02 36769480 - M. 335 54 55 539 - paola.manfredi@paolamanfredi.com

Highline Galleria Vittorio Emanuele

Via Silvio Pellico 2
20121 Milano

Print Friendly, PDF & Email
(Visited 25 times, 1 visits today)
Condividi su:

I commenti sono chiusi