SiteLock

Affordable Art Fair, 25/27 gennaio 2019, Milano

Torna Affordable Art Fair, per il nono anno consecutivo, la fiera d’arte contemporanea che negli anni ha conquistato il cuore dei milanesi, portando nelle loro case bellezza, creatività ed emozioni racchiuse nelle opere, in vendita fino a 6.000 euro. Un format fieristico itinerante che conta eventi in 11 città diverse New York, Hong Kong, Singapore, Amsterdam, Battersea, Bristol Bruxelles, Amburgo, Londra, e Stoccolma.
Lose yourself in art è il claim della nuova edizione della manifestazione in programma al Superstudio Più dal 25 al 27 gennaio (inaugurazione il 24 su invito o prevendita online), che vede la partecipazione di 85 gallerie provenienti da tutto il mondo. Tante le novità in programma nel labirintico spazio del Superstudio Più.

I paesaggi, sia naturali che urbani continuando ad essere in cima alle preferenze del pubblico. Tra i soggetti più amati c’è il mare: le vedute marine invitano a sognare e trasmettono quiete e serenità, come il costante e ritmico incedere delle onde. Ne sono un esempio le opere dell’artista Aurora Kalemi dell’albanese Galeria Kalo, per la prima volta ad Affordable Art Fair e che fa parte della nuova sezione Mediterranean Collection, curata da Ludovica Cadario. L’arte di Aurora Kalemi, tra le poche performer che negli anni ha trovato spazio all’interno della fiera, combina tecniche distanti tra loro come la pittura e il video ed è caratterizzata da un approccio individuale verso gli strumenti utilizzati e il puro atto creativo. 
All’opposto, i paesaggi urbani hanno la capacità di donare dinamismo e vivacità ad una stanza. Come le opere di Lyn’s, artista della Cosmopolitan Gallery di Miami.
Lyn’s dipinge scenari urbani combinando colori pastello a tinte esplosive fino ad ottenere un risultato straordinariamente luminoso. Il suo stile è stato definito impressionismo pop, a metà tra il realismo di Edward Hopper e il pittoresco di André Derain. 
L’arte può anche essere associata alla cromoterapia: il blu e il verde sono gli evergreen che andranno anche quest’anno. Nel lavoro di ShoutLa Luna e la Balena della storica Galleria Artematta, il blu riveste un ruolo dominante e ritorna prepotentemente anche il tema del mondo marino. L’uso di una particolare tonalità di blu (la serie Blue and Rose riprende i colori Rose Quartz e Serenity) è valsa una collaborazione con Pantone all’artista Umberto Daina, portato in fiera da PICA Photo, prima galleria cinese (Pechino) a partecipare ad Affordable Art Fair. Il verde invece, con il suo potere rilassante, è tra i colori più utilizzati dall’artista Kumiko Tamura della galleria nipponica Smart Ship, novità assoluta dell’edizione 2019. Una curiosità? Le opere di quest’artista sono esposte anche in un ospedale psichiatrico di Osaka.  La mente dell’osservatore nell’atto di guardare l’opera dà luogo a uno nuovo spazio, con una profondità simile a quella del Byobo, il tipico paravento giapponese formato da pannelli decorati con figure e calligrafie.

Illustratori Illustri
Quest’anno Affordable Art Fair dedica particolare attenzione all’illustrazione, che negli ultimi anni ha visto crescere le fila degli appassionati sia tra i giovani (per prezzi e linguaggi), che tra i collezionisti esperti. Chiara Pozzi, fondatrice di Illustrazioni Seriali, spazio dedicato alle più diverse forme di illustrazione, presenta uno stand con un focus su due dei più quotati illustratori contemporanei: la francese Malika Favre, i cui lavori sono stati in copertina di celebri riviste internazionali come il New Yorker e Vogue, ed Emiliano Ponzi, punta di diamante del disegno italiano contemporaneo. I due artisti hanno realizzato in esclusiva per Affordable Art Fair una serie di opere originali in edizione limitata.

Mediterranean Collection
Ludovica Cadario cura la Mediterranean Collection, nata dalla collaborazione con Gin Mare. La sezione, con un programma speciale, porta a Milano gallerie che non hanno mai esposto prima in fiera provenienti dal bacino del Mediterraneo. Un viaggio creativo dal Portogallo alla Spagna, passando per Iran e Albania. Da tenere d’occhio la galleria iraniana NIAN ART, fondata nel 2013 su iniziativa di Mahdi Mohsenian e di un team di esperti.

Richard Heeps limited edition a Milano
Trai i grandi ritorni, quello di Bleach Box Photography Gallery (Cambridge), galleria di fotografia che sperimenta lavori esclusivamente su pellicola e con tecniche tradizionali di stampa e che presenta un’inedita limited edition creata ad hoc per Affordable Art Fair.

Mosca chiama Tokyo
Tra le tecniche più apprezzate dai fedelissimi della fiera, insieme agli oli e alle stampe fotografiche, figurano i colori acrilici.  I visitatori potranno ammirare per la prima volta gli oli su tela dei russi Anton e Alexei Alexei Tvorovy di Artis Gallery e i lavori della giapponese Sayumi Fukushima della new entry Smart Ship Gallery, le cui opere che affrontano il tema della perdita e del recupero della memoria parte anche di due importanti collezioni giapponesi, Ueno Royal Museum e il Tokyo Sato Museum.
 
From Turkey with love 
Per la prima volta ad Affordable Art Fair Artistes Contemporains Turquie. Con sede a Parigi, la galleria rappresenta e sostiene artisti contemporanei turchi, con l’obiettivo di promuovere un dialogo culturale tra Turchia e Francia, perché l’arte è uno spazio ideale e universale, dove ciò che unisce è più forte di ciò che separa. 

A tutto talk
Ogni pomeriggio, alle 15.30 e alle 17.30, da non perdere i due cicli di talk, dedicati rispettivamente alla Mediterranean Collection, curata da Ludovica Cadario e alle influenze dell’arte contemporanea su moda, musica e cinema e uno Sweet Corner gestito dal Maestro Pasticciere Sal De Riso.
Il 25 gennaio, alle 17,30, incontro con Maurizio Guidoni e Vittoria Mainoldi, curatori di ONO arte Bologna che racconteranno la loro esperienza nella produzione di mostre legate alla pop culture e come queste stiano assumendo una rilevanza sempre maggiore nella narrazione della cultura contemporanea.
Tra gli ospiti, domenica alle 17.30, lo chef Alessandro Borghese con un talk a tema "food & arte".

La location è un’installazione ideata e realizzata appositamente per la fiera dall’artista Stefano Ogliari Badessi: Stay tuned!

Art Lover, Art Addicted o Super Collector? 
Tornano le gift card natalizie, disponibili a partire da fine novembre su Musement, dove si potranno anche acquistare i biglietti per la fiera e le visite guidate.
Da 150, 250 e 500 euro, ogni card dà diritto all’acquisto di opere d’arte per un valore rispettivamente di 100, 200, e 450 e include 2 ingressi VIP con visita guidata.La manifestazione comprende numerose iniziative tra incontri e talk 
Per i bambini sono a disposizione invece l’installazione Rolling Ground di Inkyo Back (Ek Art Gallery) e lo Spazio Bimbi curato dall’associazione culturale LopLop.
 
Partner:
Mail Boxes Etc., Micrologistics and Shipping Partner cura la caratteristica wrapping station e il servizio di home delivery per i visitatori della fiera.


GALLERIE


Affordable Art Fair Milano
Dal 25 al 27 gennaio 2019
Orari: venerdì 25 e sabato 26 gennaio, 11.00-21.00; domenica 27 gennaio, 11.00-20.00. Inaugurazione giovedì 24 gennaio dalle 18.00 con ingresso solo su invito o con prenotazione online
Biglietti: 13 euro; ridotto 11 euro; gli under 16 entrano gratis
Informazioniwww.affordableartfair.com/fairs/milan/?___store=italianitaly@affordableartfair.com
Ufficio Stampa: MN Italia - Viviana Pepe: press@affordableartfair.com -#AffordableArtFair#mnitalia - @ AAF- Affordable Art Fair Milano - http://www.mnitalia.com

Superstudio Più
Via Tortona, 27
Milano

Print Friendly, PDF & Email
(Visited 39 times, 1 visits today)
Condividi su: