SiteLock

Archivi categoria : Residenze d’Artista

10 x 100 fabbrica d’arte contemporanea, Giovanardi Spa

Giovanardi Spa, storica impresa lombarda specializzata nella progettazione esecutiva e nella realizzazione su commissione di espositori e packaging in materiale plastico e metallico, festeggia nel 2019 i suoi 100 anni di attività. Per celebrare questo importante anniversario, Massimo Giovanardi, chairman della società, ha annunciato l’avvio di un progetto inedito, basato sul dialogo e il profondo coinvolgimento dell’azienda con le arti visive del nostro tempo.

Vittorio e Massimo Giovanardi con i curatori Martina Cavallarin e Marco Tagliafierro in azienda, © Fosca Piccinelli

Il progetto 10 x 100 - fabbrica d’arte contemporanea è una iniziativa pensata per promuovere l’ibridazione dei linguaggi e delle competenze dell’industria e dell’arte, mettendo allo stesso tempo in luce la capacità della Giovanardi di interfacciarsi con la miglior creatività contemporanea.
Il progetto prevede il coinvolgimento e l’inserimento in azienda di dieci artisti di fama internazionale, ognuno dei quali chiamato a realizzare un’opera in stretto dialogo con l’azienda. I due curatori, Martina Cavallarin e Marco Tagliafierro, seguiranno in prima persona le residenze d’artista dando la propria impronta al percorso dell’iniziativa.

Il progetto di produzione di opere d’arte è una pratica d’abbandono che parte dall’ingegno dell’artista per affidarsi all’esperienza della fabbrica, e attraverso l’elaborazione dei materiali, delle tecniche e delle poetiche si traduce in Arte Contemporanea”.
Martina Cavallarin
La collaborazione tra un gruppo di artisti e un’attività produttiva di tipo industriale può risultare proficua se intesa come azione volta all’esplicitazione delle proprietà latenti della materia oltre la disponibilità del materiale”.
Marco Tagliafierro

Gli artisti selezionati per il progetto sono: Alessandro Agudio, Marie Denis, Marotta & Russo, Jacopo Mazzetti, Daniele Milvio, Gianni Moretti, Riccardo Paratore, Riccardo Previdi, Michele Spanghero e Patrick Tuttofuoco.
I periodi di residenza consentiranno agli artisti scelti dai due curatori di lavorare fruendo del know-how e delle risorse tecniche e umane della Giovanardi, costituendo dei team ad hoc per ciascuna opera da realizzare.
Il progetto, con il coordinamento scientifico di Giovanna Felluga, trasformerà l’azienda in un vero e proprio laboratorio progettuale ed esecutivo che coinvolgerà tutte le aree produttive: durante l’intero periodo di realizzazione delle opere, che si estenderà dalle prossime settimane sino al 31 luglio, si svolgeranno momenti di condivisione e approfondimento per tutto il personale Giovanardi con workshop e incontri-dibattito.
Dal 1 ottobre al 30 novembre 2019 la Giovanardi Spa aprirà al pubblico le porte dei suoi stabilimenti di produzione per una mostra che presenterà le opere dei dieci artisti presentate nel contesto stesso dove sono state realizzate, accanto a macchinari moderni e a pezzi di archeologia industriale, in un inconsueto percorso espositivo progettato dallo studio di architettura BBMDS, che si avvarrà anche di sofisticate tecnologie video e di app dedicate.

Massimo Giovanardi dice: “Il nostro impegno consiste nella ricerca quotidiana di soluzioni tecnico-estetiche da proporre ai grandi brand del lusso per veicolare il loro universo valoriale. Questo ci ha consentito di sviluppare un’attitudine a un ascolto attento di fronte a esigenze sempre più sofisticate. Da qui è nata l’idea di celebrare i 100 anni di vita della Giovanardi Spa con un percorso artistico, non commissionando opere agli artisti ma mettendo la nostra esperienza al loro servizio, certi che questo confronto si trasformi in una crescita umana e professionale per ognuno di noi”.

Inserendosi nella tradizione di quelle eccellenze imprenditoriali italiane che dagli anni Cinquanta in poi sono divenute anche centri di produzione d’arte, Giovanardi Spa si avvia a proporsi come punto di riferimento per quegli artisti che abbisognano di interlocutori preparati a contribuire alla realizzazione delle loro opere con spirito di ricerca e capacità di trattare i materiali più diversi unendo maestria artigiana e capacità produttiva industriale.
Il progetto sarà presentato in tarda primavera nella prestigiosa sede di Assolombarda a Milano.
Le informazioni sul progetto sono disponibili sul sito web: www.giovanardispa.com/it/10x100

GLI ARTISTI IN MOSTRA Brevi biografie

Alessandro Agudio è nato nel 1982 a Milano. Vive e lavora a Berlino.
Marie Denis è nata nel 1972 a Bourg-Saint-Andréol (Francia). Vive e lavora a Parigi.
Marotta & Russo è un duo artistico composto da Stefano Marotta, nato nel 1969 a Udine, e Roberto Russo, nato nel 1971 a La Chaux de Fonds (Svizzera). Vivono e lavorano tra Udine e Venezia.
Jacopo Mazzetti è nato nel 1987 a Milano, dove vive e lavora.
Daniele Milvio è nato nel 1988 a Genova. Vive e lavora tra Milano e Ansedonia.
Gianni Moretti è nato nel 1978 a Perugia. Vive e lavora tra Milano e Berlino.
Riccardo Paratore è nato nel 1990 a Eutin (Germania). Vive e lavora tra Milano e Parigi.
Riccardo Previdi è nato nel 1974 a Milano. Vive e lavora tra Merano, Bolzano e Milano.
Michele Spanghero è nato nel 1979 a Gorizia. Vive e lavora tra Trieste, Berlino e Parigi.
Patrick Tuttofuoco è nato nel 1974 a Milano, dove vive e lavora.

I CURATORI

Martina Cavallarin (1966, Venezia), vive e lavora a Venezia. Critico d’arte, curatore e saggista si occupa di arti visive contemporanee con uno sguardo che spazia tra differenti linguaggi e necessarie contaminazioni. Ha curato mostre internazionali e pubblicato libri e cataloghi distribuiti in Italia e all'estero.
L’interesse della sua ricerca si focalizza sull’indagine dei sistemi relazionali e sociali attraverso progetti artistici e formativi che coinvolgono la cultura contemporanea e la sfera umana. L’investigazione intercetta l’artista contemporaneo - androgino per condizione e disposizione - e la radice rizomatica. Studia e indaga i processi in progressione, l’espansione dell’errore, l’analisi delle imperfezioni, memoria, temporalità, azioni e mutazioni della ricerca espressa nell’ambito artistico. Nel 2009 fonda scatolabianca, associazione di cui è presidente e direttrice, dedicata prevalentemente all’Arte Visiva Contemporanea. Partecipa a giurie e comitati scientifici all’interno di alcune istituzioni private e pubbliche. Oltre alla scrittura analitica e alla progettazione e curatela di mostre, svolge workshop di formazione all’Accademia di Belle Arti di Bologna, di Venezia, in associazioni e gallerie private. La sua attenzione è rivolta ai giovani artisti, critici, curatori, lavorando sulle modalità di inserimento e di crescita all’interno del sistema dell’arte contemporanea.

Marco Tagliafierro (1973, Novara) vive e lavora a Milano. Critico d’arte e curatore indipendente. Il suo percorso di ricerca si focalizza sul rapporto tra arte contemporanea ed impresa; ha collaborato con diverse aziende tra cui: Audi, Agnona, Cartier (come collaboratore di Nicoletta Rusconi Art Project), Frankie Morello, Laterlite, Patrizia Pepe, Stonefly, Vivienne Westwood, Loro Piana (come collaboratore di Nicoletta Rusconi Art Project). L’attenzione per le ricerche intraprese dai giovani artisti ha sempre assunto una totale centralità all’interno della sua attività curatoriale. Ha collaborato con i premi per l’arte: Moroso e Veuve Cliquot. Per la televisione è stato curatore di una rubrica all’interno del format “Buon Lavoro” per SKY1. In passato ha collaborato con Abitare, Dove, La Repubblica, Avvenire, GQ. Attualmente scrive per Artforum, Flash Art e Zero Magazine.


Giovanardi Spa nasce a Milano nel 1919 come azienda artigianale di timbri, placche e inchiostri, specializzandosi poi nella fabbricazione di targhe in ferro smaltato. Tra gli anni Trenta e Settanta opera nel mondo della “quadranteria” per radio, bilance, televisori, elettrodomestici, macchine da scrivere, automobili annoverando tra i clienti aziende come Irradio, Phonola, Allocchio Bacchini, Berkel, Piaggio, Santo Stefano, Fiat, Breda, Olivetti, Veglia Borletti, Magneti Marelli, Indesit, Candy, Alfa Romeo, Brionvega, Telefunken, Philips. Negli anni Ottanta, la Giovanardi diversifica le proprie lavorazioni sviluppando materiali per il retail: espositori, cartelli vetrina e oggetti promozionali per Barilla, Buitoni, Cacharel, Fiorucci, Lancetti, Hanorah. Con l’evoluzione della comunicazione nel campo retail durante gli anni Novanta, l’azienda stringe collaborazioni con società di Parigi e Hong Kong, coopera con università, investe in risorse umane per essere in grado di offrire soluzioni sempre più sofisticate a brand come Armani, Bottega Veneta, Bmw, Bulgari, Dior, Dolce&Gabbana, Prada, Samsung nello sviluppo e nella realizzazione di display, vetrine, totem, corner, shop in shop. Nel 2000 nasce la Giovanardi Alliance, un accordo con tre società brianzole specializzate in lavorazioni di carpenteria, falegnameria e materiale plastico che prevede sinergie e politiche comuni volte al raggiungimento di un’unica mission: offrire idee e soluzioni tecniche al servizio della comunicazione nei negozi, veicolando i valori del brand attraverso esperienze sempre più emozionali.


Contatti per la stampa: PCM Studio di Paola C. Manfredi - press@paolamanfredi.com - T. +39 02 36769480 - www.paolamanfredi.com

Giovanardi Spa
Via Federico Ozanam, 35
20863 Concorezzo (MB)
T. 039.6040961 - info@giovanardispa.it

 

 

Print Friendly, PDF & Email