SiteLock

Archivi categoria : Mostre Italia

Sketch – segni contemporanei, La Nuova Pesa, Roma, dal 15 al 22 gennaio 2020

Mercoledì 15 gennaio 2020, alle ore 18.00, La Nuova Pesa centro per l’arte contemporanea presenta, il progetto: Sketch - segni contemporanei, prodotto da Vertigoarte - Centro di Ricerca per la Cultura e le Arti Visive, a cura di Gianluca Covelli. La presentazione si attua in tre momenti, tre sketchintroduttivi che vedranno la partecipazione di Simona Marchini, Ada lombardi, Salvatore Anelli, Gianluca Covelli, Ghislain Mayaud e Roberto Bilotti Ruggi D’Aragona. Ogni momento sarà dedicato.
Il primo, la presentazione del libro Artevertigoarte, edizione Rubbettino, 2019, per la Collana Arte Contemporanea, diretta da Giorgio Bonomi, introduzione storica di Ghislain Mayaud, intervista di Gianluca Covelli, postfazione di Salvatore Anelli. Testo che introduce appieno nel ritmo di una realtà contemporanea ricca di passioni. La realtà di Vertigoarte che con la sua galleria ha promosso l’attività di diversi attori della scena contemporanea italiana e non.
Apre i suoi battenti nel maggio del 2003 e in questa occasione si ricordano i suoi 15 anni di impegno nella ricerca anche letteraria. Molte sono state le mostre prodotte in istituti museali come in galleria, su tutte Il vento di tempo zero di Hidetoshi Nagasawa a cura di Paolo Aita, nel 2008, oltre a numerose altre personali in presenza dell’artista, cercando di fare il punto della situazione dell’arte contemporanea intrattenendo un dialogo sempre più serrato con i suoi protagonisti.
Tra le tante produzioni ricordiamo la mostra La seduzione del monocromo -Riflessioni contemporanee su Mattia Preti, a cura di Paolo Aita e Bruno Corà, promossa nel corso dell’anno pretiano, nel 2013, per celebrare il IV centenario della nascita del Cavalier Calabrese, Mattia Preti, allestita nelle sale del Museo Civico dei Brettii e degli Enotri di Cosenza, con la presenza di artisti come: Bizhan Bassiri, Cesare Berlingeri, Nicola Carrino, Vittorio Corsini, Jannis Kounellis, Luigi Mainolfi, Hidetoshi Nagasawa, Alfredo Pirri e altri ancora.

Hidetoshi Nagasawa: "Vento di tempo zero" (dettaglio), 2008

In un secondo momento si affronterà una conversazione “muta ricordando Paolo Aita attraverso la pubblicazione a lui dedicata Ponte di conversazione con Paolo Aita, edizione Rubbettino, 2017, per la Collana Arte Contemporanea, diretta da Giorgio Bonomi; testimonianze di Annelisa Alleva, Salvatore Anelli, Roberto Bilotti, Vittorio Cappelli, Gianluca Covelli, Franco Gordano, Simona Marchini, Daniele Pieroni, Christian Stanescu, Mario e Dora; amici e colleghi di lavoro.
Paolo Aita, tra i fondatori di Vertigoarte, è stato protagonista di molte scelte e promotore di diverse mostre prodotte in ambito cosentino. Grazie a Lui il sapere diventa occasione di dialogo e spazio di confine, un filo conduttore di ricerca e confronto con l’Uomo-Ponte che ha consegnato, attraverso il suo lavoro, un invito, una direzione culturale e spirituale.
Il terzo momento prevede la presentazione della mostra Sketch – segni contemporanei, per la cura di Gianluca Covelli, che da il nome all’intero progetto. Prende il titolo dal sostantivo inglese – che deriva dall’olandese schets, che a sua volta risale dall’italiano schizzo; disegno appena tratteggiato, abbozzato a grandi linee – che indica in questa circostanza la descrizione sommaria e rapida che si avverte dal rapporto sintattico, che prende vita dall’accostamento delle 31 opere in esposizione nella Sala Babele, dedicata allo spazio libero dei linguaggi del contemporaneo proprio come accade nel libero segno tracciato sul supporto cartaceo dagli artisti: Salvatore Anelli, Bizhan Bassiri, Cesare Berlingeri, Lucilla Catania, Bruno Ceccobelli, Elvio Chiricozzi, Vittorio Corsini, Luce Delhove, Danilo De Mitri, Giulio De Mitri, Teo De Palma, Salvatore Dominelli, Franco Flaccavento, Andrea Fogli, Sandra Heinz, Felice Levini, Adele Lotito, Ruggero Maggi, Leila Mirzakhani, Maziar Mokhtari, Albano Morandi, Hidetoshi Nagasawa, Luca Maria Patella & Rosa Foschi, Tarcisio Pingitore, Fiorella Rizzo, Martina Roberts, Alfredo Romano, Giuseppe Salvatori, Vincenzo Trapasso, Edith Urban, Antonio Violetta.
La mostra organizzata per l’occasione diventa crogiuolo di svolte culturali nel tempo e nella storia sia periferica che nazionale, il titolo Sketch - segni contemporanei, vuole essere un compendio che riassume in tutta la sua valenza l’attività di Vertigoarte.

Ruggero Maggi: "Il viaggio", 40x50, 2018

Interventi
Dott.ssa Simona Marchini, Direttrice Galleria La Nuova Pesa, Roma
Prof.ssa Ada Lombardi, Critico e Storico dell’Arte
Dott. Roberto Bilotti, Com.to Scientifico, Museo Bilotti Arancera, Villa Borghese
Prof. Salvatore Anelli, Artista e Presidente di Vertigoarte, Museo Bilotti, Rende (CS)
Prof. Gianluca Covelli, Critico e Storico dell’Arte, Accademia di Belle Arti di Vibo Valentia
Prof. Ghislain Mayaud, Critico, Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria

Introduzione: Mercoledì 15 gennaio 2020, ore 18.00 – 19.30
Presentazione libro: Artevertigoarte, ed. Rubbettino, 2019, per la Collana Arte Contemporanea
Ricordando Paolo Aita: Ponte di conversazione con Paolo Aita, ed. Rubbettino, 2017, per la Collana Arte Contemporanea


Sketch - segni contemporanei
Dal
15 al 22 gennaio 2020
Progetto a cura di
: Gianluca Covelli

Orari: dal lunedì al venerdì, la mattina 10:00 - 13:30, il pomeriggio 16:00 - 19:30
Promossa da: La Nuova Pesa – centro per l’arte contemporanea
Prodotta da: Vertigoarte – centro di ricerca per la cultura e le arti visive
Informazioni:  T. 06 3610892 - nuovapesa@farm.it  - www.nuovapesa.it 

La Nuova Pesa, centro per l’arte contemporanea
Sala Babele
via del Corso 530

000186 Roma 

Print Friendly, PDF & Email

Parola Viva – Libri d’artista, Hangart Studio, Pavia, dal 23/11 al 14/12/2019

Hangart Studio ha inaugurato il 23/11/2019 alle ore 18.00: Parola Viva - Libri d’artista, mostra d’arte contemporanea aperta al pubblico dal 23 novembre al 14 dicembre 2019 negli spazi di Hangart Studio in Via Bargiggia 4 a Pavia.
Durante
l’affollata inaugurazione è intervenuto il critico d’arte Giosuè Allegrini con l'artista Ruggero Maggi, introdotti da Silvana Manazza dell' Hangart Studio.



Espongono le loro opere con i libri d'artista:
Salvatore Anelli, Francesco Aprile, Antonio Baglivo, Calogero Barba, Mauro Bellucci, Carla Bertola, Adolfina De Stefani, Teo De Palma, Marcello Diotallevi, Giovanna Donnarumma, Fernanda Fedi, Alessandra Finzi, Giovanni Fontana, Ivana Geviti, Gino Gini, Gennaro Ippolito, Ruggero Maggi, Silvia Manazza, Antonello Mantovani, Gianni Ettore Andrea Marussi, Claudio Romeo, Roberto Testori, Alberto Vitacchio.

Parola Viva è la parola che prima di essere detta, viene pensata e filtrata e poi, con guizzo, come una sferzata mentale si lancia e colpisce… sì a volte colpisce proprio duro!
La parola è specchio del pensiero di cui è portavoce e mediatrice tra suono e mente, tra immagine ed alfabeto.
Parola detta, parola scritta, parola dipinta, parola tatuata… parola viva!
e poi il suo contenitore ideale: il libro d'artista.
Ma cos'è un libro d'artista? Un libro realizzato semplicemente di concerto tra scrittore ed artista? No, non solo. Una definizione chiara di ciò che sia un libro d'artista comunque non esiste; per sua stessa natura il libro d'artista sfugge agli incasellamenti, è una pratica artistica che abbraccia anche altre discipline come l'arte postale, la poesia visiva, la copy art, ecc... tutte pratiche abbastanza borderline che bene si prestano alla sperimentazione poetica ed a una ricerca tecnico/progettuale.
Il libro d'artista è
contenitore e contenuto. È un oggetto polimaterico con infinite varianti formali che sfugge alle regole.
Si può considerare come primo esempio di libro d'artista il noto libro di Stéphane Mallarmé:  “Un coup de Dés jamais n'abolira le Hasard” (Un colpo di dadi mai abolirà il caso) realizzato alla fine dell'Ottocento, in cui l'autore, scardinando ogni regola poetica, amalgama testo con immagine.
Da allora il libro d'artista è divenuto pratica costante di ogni movimento artistico.

Ruggero Maggi 

Stéphane Mallarmé: Un coup de Dés jamais n'abolira le Hasard”, impaginazione autografa, 1896; 1ª edizione 1897 sulla rivista Cosmopolis e poi pubblicata nel 1914 in La Nouvelle Revue française.

Parola Viva - Libri d’artista
Orari
: martedì - sabato: 15.30 - 19.00; per appuntamento chiamando: M. +39 334 9625953
Ingresso: libero
Informazionihangart.studio4@gmail.com - M. +39 334 9625953

Hangart Studio
Via Bargiggia 4
Pavia

 

Print Friendly, PDF & Email

Quarta edizione di Arte per l’Arte, Torno (CO), dal 12 al 14/07/2019

 Arte per l'Arte nasce nel 2016 a Torno dalla collaborazione di Pro Loco e Associazione Culturale "Via De Benzi 17".
È un'iniziativa che intende promuovere e valorizzare Torno con il suo patrimonio artistico presente nelle due chiese principali del paese, S.Tecla alla Riva e S.Giovanni nel Borgo.
In particolare, nella chiesa di S.Giovanni, i lavori già effettuati dagli allievi della Accademia di Belle Arti Aldo Galli di Como, sotto la direzione della docente dott.ssa Vanda Franceschetti, hanno riportato alla luce alcuni preziosi affreschi del XIV secolo, nascosti sotto diversi strati di intonaco. Sono stati inoltre effettuati restauri conservativi sugli affreschi del XV e XVI secolo e su quelli secenteschi dell'arco trionfale riconsegnati al loro primitivo splendore.
Da quattro anni vengono coinvolti artisti contemporanei proponendo di volta in volta tecniche d'arte diverse. Dopo l'incisione, il fumetto e la fotografia, il 2019 sarà dedicato all'affresco, una delle tecniche più antiche in assoluto.
È importante sottolineare che ogni anno gli artisti creano i loro lavori appositamente per l'evento e, molto generosamente, li donano.
Il ricavato delle opere messe in vendita permette di proseguire nel recupero e nella salvaguardia del patrimonio artistico tornasco.
L'ultimo grande obiettivo raggiunto è stato il restauro completo dell'arco trionfale in San Giovanni che si è potuto realizzare anche grazie al contributo della Fondazione Provinciale della Comunità Comasca onlus.
Arte per l'Arte è un autentico collettivo atto d'amore per il paese di Torno che coinvolge Pro Loco, Associazione Culturale "Via De Benzi 17", artisti, numerosi volontari, sponsor e tutti coloro, tornaschi e non, che sostengono e promuovono l'iniziativa.

12 artisti coinvolti in questa edizione :
Elena Borghi, Bruno Luzzani, Adriano Caverzasio, Anaid Manoukian, Vito Cimarosti, Fabrizio Musa, Alberto Colombo, Jaime Poblete, Vanda Maria Franceschetti, Emanuele Prina, Basilio Luoni, Antonio Teruzzi.

Si comincia venerdì 12 luglio alle 18 in via De Benzi 17 con l’inaugurazione della mostra e la presentazione degli artisti da parte del critico d’arte Roberto Borghi
Sabato 13 luglio dalle 10 alle 21 saranno aperte le botteghe di via De Benzi e via Plinio e si terrà la vendita delle opere d’arte in mostra.
Dalle 10 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18 all’interno della chiesa di Santa Tecla si terrà invece un laboratorio dimostrativo di tecnica dell’affresco.
Per i bambini inoltre dalle 15 alle 17 sarà possibile partecipare al laboratorio “Dipingo sul muro”. Infine alle 16.30 dal Municipio prenderà il via la visita guidata alle chiese di San Giovanni e Santa Tecla con gli affreschi finora restaurati.
Anche domenica 14 luglio le botteghe resteranno aperte per la vendita delle opere, dalle 10 alle 18.
Nell’arco della giornata inoltre verranno replicate tutte le attività del sabato, con il doppio appuntamento per la visita guidata nelle chiese sia alle 10 che alle 16.30. 

Ufficio Stampa: Ilona Biondi - ilona.biondi@gmail.com

Print Friendly, PDF & Email

Quarta edizione di Arte per l’Arte, Torno (CO), presentazione ore 21, 5/07/2019


Arte per l'Arte nasce nel 2016 a Torno dalla collaborazione di Pro Loco e Associazione Culturale "Via De Benzi 17".
È un'iniziativa che intende promuovere e valorizzare Torno con il suo patrimonio artistico presente nelle due chiese principali del paese, S.Tecla alla Riva e S.Giovanni nel Borgo.
In particolare, nella chiesa di S.Giovanni, i lavori già effettuati dagli allievi della Accademia di Belle Arti Aldo Galli di Como, sotto la direzione della docente dott.ssa Vanda Franceschetti, hanno riportato alla luce alcuni preziosi affreschi del XIV secolo, nascosti sotto diversi strati di intonaco. Sono stati inoltre effettuati restauri conservativi sugli affreschi del XV e XVI secolo e su quelli secenteschi dell'arco trionfale riconsegnati al loro primitivo splendore.
Da quattro anni vengono coinvolti artisti contemporanei proponendo di volta in volta tecniche d'arte diverse. Dopo l'incisione, il fumetto e la fotografia, il 2019 sarà dedicato all'affresco, una delle tecniche più antiche in assoluto.
È importante sottolineare che ogni anno gli artisti creano i loro lavori appositamente per l'evento e, molto generosamente, li donano.
Il ricavato delle opere messe in vendita permette di proseguire nel recupero e nella salvaguardia del patrimonio artistico tornasco.
L'ultimo grande obiettivo raggiunto è stato il restauro completo dell'arco trionfale in San Giovanni che si è potuto realizzare anche grazie al contributo della Fondazione Provinciale della Comunità Comasca onlus.
Arte per l'Arte è un autentico collettivo atto d'amore per il paese di Torno che coinvolge Pro Loco, Associazione Culturale "Via De Benzi 17", artisti, numerosi volontari, sponsor e tutti coloro, tornaschi e non, che sostengono e promuovono l'iniziativa.


Ufficio Stampa: Ilona Biondi - ilona.biondi@gmail.com

Print Friendly, PDF & Email